EcoDeiLibri – Il toro non sbaglia mai, di Matteo Nucci

0
248
collage nucci toro non sbaglia mai

Il libro che vi consiglio oggi è una lettura che può apparentemente sembrare difficile e riservata ad uno sparuto gruppo di coraggiosi avventurieri del mondo delle corride. In realtà Il toro non sbaglia mai è molto di più, raccoglie un intero universo di emozioni, sapori, odori e condizioni umane che lo rendono unico per tutta la durata della sua lettura.

Matteo Nucci è molto bravo a raccontare ciò che lo affascina, che lo spinge a voler sapere e conoscere di più di quella che è un’arte ormai rassegnata all’interesse di un pubblico sempre più ristretto.

La magia con cui vengono raccontati i primi approcci con i luoghi simbolo della moderna tauromachia è decisamente fuori da ogni retorica del torear che fu. Nucci è bravissimo a raccontare gli abiti e le costruzioni all’interno della Plaza de Toros, dalla barrera al burlassero all callejon, per poi mostrarci con entusiasmo e vivacità quello che egli stesso, protagonista del libro, apprende giorno dopo giorno, stando a contatto con qualcuno (Rafael) che toreava per davvero e che ama raccontare dopo lauti banchetti la grandezza della propria arte.
“Lascia stare i trattati, dice Rafael. Io non li leggo i trattati. La torerìa, per esempio, si vive. Se non la vivi non puoi capire nulla.”

A Cadice inizia una breve storia che insegna cosa sia affrontare un toro, affrontare un animale che, a differenza degli uomini, non sbaglia mai – come dice Angel, un allevatore che incontreremo nel romanzo – A sbagliare siamo sempre e soltanto noi uomini. A sbagliare è sempre e soltanto chi ha la possibilità di decidere”.