Massa-Carrara prima al Torneo Nazionale di Dibattito dell’Università di Padova

Le nostre congratulazioni e le parole, piene d'affetto e orgoglio, del professor Crocetti

0
987
I vincitori col professor Umberto Crocetti

Si è concluso il 4° Torneo Nazionale di Dibattito “Patavina Libertas”, organizzato ogni anno dalla “Palestra di botta e risposta” dall’Università di Padova e dall’Associazione per una Cultura e la Promozione del Dibattito. Si è concluso, domenica scorsa, e si è concluso con la vittoria di una talentuosa squadra proveniente dalla nostra provincia, Massa-Carrara. Con il professor Umberto Crocetti alla guida, un gruppo di studenti del  Liceo Scientifico “Da Vinci” di Villafranca, del Liceo Classico “Leopardi” di Aulla e del Liceo Classico “Rossi” di Massa ha conquistato i giudici per “la quantità, la qualità, la pertinenza degli argomenti prodotti, la capacità di replicare nonché di esporre e comunicare con linguaggi verbali e non verbali; in sintesi, la capacità di argomentare e contro-argomentare più che il merito della tesi”. Con soddisfazione accogliamo questa notizia, decidendo di raccontarvela con le parole di chi per primo ha fatto conoscere, a loro e a noi, la bellezza del dialogo, del confronto e, non ultimo, del pensiero critico. Così, Umberto Crocetti, il giorno dopo e su social, ha commentato:

“Ieri è stata una bella giornata. Lo dico per me, ma lo stato d’allegrezza che vi associo, credo possa essere condiviso anche da altri. In primo luogo da molti di coloro che sono stati miei studenti e, durante gli ultimi dieci anni, hanno partecipato, in prima persona, al progetto denominato ‘Disputa filosofica’. In seconda istanza la notizia che sto per riferire dovrebbe dar qualche soddisfazione anche a molti lunigianesi, appassionati di questa terra, tanto bella quanto tribolata, negletta e qualche volta esclusa.

Dicevo di ieri, del suo positivo trascorrere. Una squadra di quattro splendidi giovani, frequentanti i nostri licei, Leopardi e Da Vinci, supportati da due, altrettanto, magnifiche studentesse del liceo Rossi di Massa, ha partecipato alla giornata conclusiva del IV Torneo Nazionale di Dibattito. Dopo due giorni di intensi scontri dibattimentali, durante i quali hanno affrontato quattro sfide di qualificazione, con gruppi, provenienti da diverse regioni, e una semifinale, i nostri ragazzi sono approdati alla finale dove si sono trovati di fronte la squadra di casa, i campioni regionali del Veneto.  Nella sala gremita di parenti, amici, conoscenti e insegnanti del luogo, in un clima se non ostile, certamente non amichevole, i nostri studenti hanno dato una straordinaria prova di organizzazione, determinazione, equilibrio e rigore scientifico. Davanti a una giuria composta da professori universitari padovani, responsabili di istituzioni educative mazionali, dirigenti scolastici ed insegnanti di filosofia hanno dibattuto con sicurezza impressionante, sul tema Occorreranno i filosofi per governare questo mondo?.

Essi dovevano sostenere la tesi contro ovvero la non necessità dei filosofi nel governo del mondo. Notevole è il fatto che nella stessa mattinata avevano già dibattuto sullo stesso topico, avendo l’onere di sostenere la tesi pro cioè la occorrenza dei filosofi nel governo del mondo. In quello scontro avevano avuto la meglio su un agguerritissimo liceo Milanese, il Cremona Zappa, presentatosi con il riconoscimento di secondo classificato nel Campionato Nazionale delle Scuole di Repubblica. Nella sfida finale, rovesciando completamente la prospettiva, pur riuscendo a mostrare l’imprescindibilità dello studio e dell’insegnamento della filosofia nella società contemporanea, hanno, contemporaneamente, reso condivisibile l’argomento della inefficacia del filosofo come uomo di governo. Una acrobazia dialettica e retorica valutata dai giudici con il massimo dei voti, tanto che il verdetto finale li ha visti trionfatori.

Parafrasando il detto biblico potremmo domandare «Dalla Lunigiana può mai venire qualcosa di buono?» Si, lo può. E noi tutti, lunigianesi, dovremmo esser fieri di questa conferma. Per questo mi sento in dovere di ringraziare pubblicamente i sei artefici di questa bellissima impresa. Essi sono: Claudia Antonelli, Armanetti Arianna, Biancardi Christian, Fontana Alice, Criscione Laetitia, Vinciullo Stefania. Ringrazio loro, ma insieme a loro ricordo, con grandissima stima, tutti i ragazzi che, negli anni passati, mi hanno accompagnato allo stesso torneo. Tutti quanti formavate squadre magnifiche e la vittoria di oggi, in parte, è anche vostra. A voi mancò la fortuna, ma, soprattutto, l’esperienza su cui hanno potuto contare gli studenti di quest’anno, proprio in virtù delle vostre partecipazioni”.

Non potevamo aggiungere altro alle sue parole e perciò lo ringraziamo: per averle regalate, ai giovani e alla rete, e per averle concesse, poi, qui, perché trovassero ancor più ampia diffusione (già ampia, infatti, è stata la condivisione). Dalla nostra redazione ai vincitori congratulazioni sincere e vivissime.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.