Una preparazione tra le più tradizionali in Lunigiana: la ricetta delle cipolle ripiene

Famosa quella di Treschietto, la cipolla è protagonista della tavola nelle torte salate o come contorno, in questo caso tra i tradizionali ripieni di Lunigiana

0
1593
Immagine tratta da: http://www.cipolladitreschietto.it/LaCipolla.html

Abbiamo già parlato della cipolla qualche mese fa, citando quella tanto conosciuta – e altrettanto amata – di Treschietto. Si sa, la cipolla è uno di quegli ingredienti con cui è possibile realizzare qualsiasi piatto, risultando poi, per alcuni di essi, addirittura fondamentale. Nella ricetta che vi proponiamo oggi è certamente la protagonista, stiamo parlando delle cipolle ripiene.

Preparazione inizialmente vegetariana, e ovviamente, di origine contadina, oggi il ripieno, secondo la maggior parte delle ricette, viene insaporito con mortadella o macinato. Consumate come antipasto o secondo piatto, le cipolle ripiene sono certamente conosciute in quasi tutta Italia, tipiche in Liguria e di grande tradizione qui da noi, in Lunigiana. D’altra parte, i ripieni, intesi come verdure ripiene, potremmo definirli un caposaldo della cucina lunigianese. Tra queste ricette, quella delle cipolle ripiene, tra gli ingredienti inserisce spesso l’utilizzo di quella di Treschietto, non solo perché specialità del territorio, ma consigliata anche per il suo sapore così dolce. Tipico ingrediente della cucina contadina, la cipolla è facile pensarla come alimento quasi principale in tutte le case, non solo ripiene, ma anche impiegata nelle torte salate, tra cui la famosa barbotla, o come contorno realizzando quella che viene tipicamente definita come cipollata.

Insomma un ingrediente della terra così versatile e genuino, da gustare in tutte le salse. E allora, buon appetito!

Ingredienti e preparazione

500 gr di cipolle bianche, 300 gr di polpa di manzo macinata, 3 uova, 150 gr di parmigiano grattugiato, noce moscata, sale e pepe, brodo o salsa di pomodoro, pane grattugiato.

Sbollentate rapidamente le cipolle in abbondante acqua salata. Con un coltellino tagliate a metà ricavando spazio contenitore nella cipolla, e mettendo da parte l’interno. Scottate la carne con un po’ d’olio facendola rosolare per 4-5 minuti mescolando. In una terrina amalgamate la polpa della cipolla tritata, la carne tritata, il parmigiano, le uova, il sale e il pepe, la noce moscata. In una pirofila mettete un po’ di brodo – c’è chi preferisce salsa di pomodoro – e adagiatevi sul fondo le cipolle da riempire. Ripartire il ripieno nei contenitori, spolverate di pane grattugiato e mettete in forno a 180° per circa 30 minuti.

Alternativa: nel ripieno potete sostituire il macinato con mortadella e/o verdure tipo bietole

Per accompagnare: lo Chef consiglia un bianco vermentino Ca Rinaldi, giallo paglierino dall’aroma intenso e da bere fresco.

 

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.