Nessuna correlazione tra vaccini e autismo, la Cassazione nega il risarcimento

0
453
vaccini autismo

Con la sentenza n.18358/2017, gli “ermellini” hanno negato il risarcimento ad un bambino autistico respingendo il ricorso del padre che imputava la patologia del figlio alla vaccinazione antipolio. La tesi del genitore, infatti, era che il bambino fosse affetto da encefalopatia immunomediata con sindrome autistica ad insorgenza post vaccinica.

La Corte suprema ha ritenuto corretta la pronuncia di merito che ha disconosciuto la sussistenza del nesso causale tra la patologia del bambino e la vaccinazione “Sabin”, basandosi sulle risultanze della CTU. La consulenza tecnica d’ufficio aveva infatti stabilito che il caso in specie rappresentava una patologia di cui “non è tuttora ipotizzabile una correlazione con alcuna causa nota in termini statisticamente accettabili e probanti” e per la quale “non sussistono ad oggi studi epidemiologici definitivi che consentano di porre in correlazione la frequenza dell’autismo con quella della vaccinazione antipolio Sabin nella popolazione”.

Il ministro Lorenzin ha subito rivendicato la bontà del “decreto vaccini”, all’esame della Camera. “L’immunizzazione – ha precisato il ministro – è pericolosamente calata a causa del dilagare di tesi antiscientifiche. Da qui l’importanza di riconoscere che non esiste alcuna correlazione tra i vaccini e le malattie dello sviluppo. Occorre smentire tutte quelle voci infondate che hanno pericolosamente contribuito ad aumentare i timori verso le coperture vaccinali. È con la ragione che dobbiamo tutelare la salute dei cittadini. E per farlo dobbiamo lavorare insieme”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.