IX Giornata Nazionale delle Miniere: sabato 27 a Carrara convegno e visita alle cave dismesse

L'iniziativa e organizzata dalle Associazioni Archivi del Marmo e Gruppo Archeologico ApuoVersigliese

0
548
cave di carrara

In occasione della IX Giornata Nazionale delle Miniere, le Associazioni Gruppo Archeologico ApuoVersiliese e Archivi del Marmo, sabato 27 maggio organizzano una giornata di studi a Carrara, centro mondiale per l’estrazione del marmo bianco, per ricordare la visita dei geologi del Congresso Internazionale di Bologna del 1881 e per avviare un progetto di valorizzazione a fini turistici/divulgativi di cave dismesse, in prospettiva della creazione di un “Museo Minerario Diffuso”.
La giornata prevede due distinti momenti. Al mattino un convegno nella Sala dei Marmi dell’Accademia delle Belle Arti dedicato agli aspetti teorici ma non per questo meno importanti. Al pomeriggio una visita alle cave dismesse e a seguire aperitivo.
Durante il convegno si analizzeranno le potenzialità degli archivi storici sotto il profilo culturale con gli interventi di Cristiana Barandoni e Luca Borghini. Seguirà l’atteso intervento di Enrico Dolci che parlerà di “Cave antiche. Prospettive e sviluppo”. Poi è previsto l’intervento del geologo Sergio Mancini per la descrizione dei marmi della marmoteca che ospita il convegno.
Al pomeriggio un momento invece dedicato all’approfondimento della storia delle cave di Carrara, dell’estrazione del marmo e una analisi di prospettiva su un “Museo minerario diffuso”. I partecipanti visiteranno le cave dismesse del Morlungo guidati da Luca Borghini. I partecipanti si ritroveranno alle ore 15 al piazzale del Monte Sagro per iniziare la visita. E’ richiesto il tesseramento giornaliero per la copertura assicurativa al costo di tre euro.

Infine dalle 18 “aperitivo dei geologi” al Caffè Fuoriporta in piazza Cesare Battisti. Nell’occasione Daniele Canali racconterà la visita dei geologi in città. Il costo dell’aperitivo è di 10 euro. Per informazioni: 346/2115839[email protected]

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.