Tresana, Marconi risponde a Mastrini: “Nessuno si è dimenticato della SP23”

0
399
Incidente Tresana SP23

“Rispetto a quanto sostenuto sulla stampa da parte del sindaco di Tresana, Mastrini, relativamente al posizionamento di guardrail nel tratto di strada interessato nei giorni scorsi dall’uscita di un’auto dalla carreggiata preciso che non ci sono progetti dimenticati in un cassetto”: così inizia la risposta del consigliere provinciale Carletto Marconi, delegato alla viabilità provinciale.

“Sulla Sp 23 – continua Marconi – esisteva un progetto preliminare approvato dall’allora commissario straordinario nel dicembre 2013, relativo alle protezioni marginali e alla messa in sicurezza di due ponti all’altezza del KM 5, per una spesa complessiva di 99 mila euro. Per la nota vicenda delle Province, come ben sa anche il sindaco Mastrini che fa parte come me della assemblea dei sindaci e conosce quindi i bilanci della Provincia, le risorse da allora si sono sempre di più assottigliate per cui non è stato possibile reperire i fondi necessari per addivenire ad un progetto esecutivo che, ribadisco, comunque non riguardava quel tratto di strada. Quel progetto, come rilevano anche dai nostri uffici tecnici, contrariamente a quanto sostenuto dal sindaco, non poteva essere presentato al bando relativo al piano della sicurezza nazionale, che comunque garantiva solo un cofinanziamento, con la necessità di reperire poi i fondi: mancavano i requisiti rispetto alla incidentalità.

“Il costo del progetto preliminare sui due ponti (99 mila euro) serve comunque – prosegue il consigliere – a farci capire quante di queste somme sarebbero necessarie solo per la messa in sicurezza delle strade provinciali da quel punto di vista: 670 Km di cui un buon 70% strade di montagna. Vorrei anche rassicurare Mastrini che non esistono cittadini di serie B perché non vanno suddivisi in categorie: come sindaci, ed io sono sindaco come lui, è normale vedere quelle che riteniamo urgenze nel nostro territorio, però poi vanno contemperate con tutte le altre. Con le somme risibili che i bilanci di questi ultimi anni mettono a disposizione della manutenzione straordinaria (neanche 300 mila euro nel 2016) si cerca di fare quello che si può ma con un occhio rivolto a tutto il territorio. Proprio sulla Sp 23, tra l’altro, come Provincia siamo intervenuti proprio nel mese di marzo con circa 30 mila euro per la messa in sicurezza della parete rocciosa in località Castello e interverremo nei prossimi mesi, come su altre strade provinciali, per rifare alcuni tratti del manto stradale”.

 

 

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.