Giovani lunigianesi a Bruxelles in visita al Parlamento Europeo

0
178
giovani lunigianesi parlamento europeo

Una delegazione di giovani della Lunigiana ha raggiunto Bruxelles lo scorso lunedì per vivere un’esperienza al Parlamento Europeo, ospitati dall’on. Nicola Danti (PD).

Tra di loro, Petriccioli Gregorio, consigliere comunale del Partito democratico e segretario dei giovani democratici nel comune di Pontremoli, insieme ai giovani pontremolesi Pizzanelli Giacomo, De Prata Antonio e Olivieri Mattia.

Nel corso di questa prima metà di legislatura, l’europarlamentare fiorentino ha dato a molti giovani under 30 l’opportunità di fare visita alle Istituzioni comunitarie nell’ambito dell’iniziativa “Pensare Europei”. Questa volta, il gruppo composto da circa 40 giovani provenienti da tutta la Toscana ha avuto modo di assistere da vicino al lavoro del Parlamento Europeo proprio nella settimana dell’attivazione delle procedure di uscita dall’Unione da parte del governo britannico.

Nei tre giorni passati a Bruxelles i circa 40 ragazzi provenienti da varie province della regione hanno potuto incontrare parlamentari europei di diversi paesi e famiglie politiche, oltre a funzionari delle Istituzioni comunitarie. Tra i temi trattati, la minaccia del protezionismo per l’Europa e per le nostre produzioni di qualità, il futuro dell’Unione all’indomani dell’avvio dei negoziati sulla “Brexit”, il completamento del Mercato Unico Digitale e l’agenda europea dell’economia collaborativa – di cui lo stesso Danti è relatore per il Parlamento.

Sicuramente un’occasione di crescita e di approfondimento, utile oggi più che mai vista la crescente diffusione di messaggi anti-europeisti da parte della politica e dell’informazione anche in Italia. La speranza è che ognuno di loro possa farne tesoro, portando con sé un piccolo bagaglio di esperienza in più da utilizzare nel proprio percorso politico e di vita.

Questo il comento del giovane consigliere Petriccioli : “L’Europa deve rappresentare per noi la sfida delle sfide, nella quale non potremo e non dovremo piegarci alle volontà populiste e nazionaliste. Abbiamo il dovere di pensare a una comunità europea giovane e coesa e, proprio per questo, questa visita ha per me un immenso valore: vivere le istituzioni di Bruxelles per capire come l’Europa possa agire nei nostri confronti, come possa aiutarci e quali opportunità ci possa dare. L’Europa è il presente e l’unico futuro possibile e auspicabile, per me e per tutti i giovani democratici’’.