Gaia, una gestione che fa acqua da tutte le parti

0
322

Gaia, Caprigliolesi inviperiti per l’ennesimo guasto alla rete idrica del paese. Una consuetudine, ormai. Stessa strada, stesso punto, stesso tubo. Questa volta però, con un danno maggiore perché la perdita ha causato l’allagamento della cantina e del giardino di un’ abitazione situata nelle immediate vicinanze.

Una situazione che dura da anni e che ha portato all’esasperazione gli abitanti del piccolo borgo. A nulla sono valse le  proteste. I 70 milioni di debito che gravano su GAIA SPA impongono il ritocco delle tariffe e il rattoppo dei tubi. Nonostante i numerosi interventi, circa una trentina nel giro di un paio d’anni.

Chi di dovere, continua a fare orecchie da mercante su una sostituzione resa necessaria anche dalle sollecitazioni dei mezzi che la percorrono, come auto e camion di notevoli dimensioni, trattandosi della via di collegamento con le abitazioni esterne alle mura, il supermercato e l’ufficio postale.
Insomma tra acqua e buche grandi come crateri, il manto stradale assomiglia più ad un percorso degno del temerario Indiana Jones  che degli anziani abitanti del paesello.

Almeno per le buche qualche speranza c’è. Una palata di catrame e tante promesse elettorali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui