Rubrica Mangia Trekking – L’antica funicolare

0
1339

Nelle sue diverse declinazioni, alpinismo lento significa anche approfondire la conoscenza dei luoghi. Porre attenzione su quegli esercizi, che come sentinelle e presidio del territorio, da sempre svolgono soprattutto un importante servizio pubblico per le comunità in transito e del posto. L’associazione Mangia Trekking ritiene, che uno di particolare interesse si trovi lungo una delle principali e più vecchie arterie di collegamento tra il Mar Ligure, l’Appennino Tosco Emiliano e la Pianura Padana. È ubicato sulla strada statale 63 del Passo del Cerreto, tra le località di Fivizzano e del Castelletto. Si tratta di un’ antica osteria, forno e primitivo negozio di alimentari della Lunigiana.

La Funicolare, che venne avviata nel 1937 dalla famiglia di Giacinto Palmieri. Prese il nome dal luogo, che era caratterizzato dalla funivia, la quale seconda in Italia per estensione e portata, da Sillano in Garfagnana trasferiva legna e carbone, proprio nel piazzale antistante l’esercizio commerciale. Fu una realtà importante durante la seconda guerra mondiale, in quanto, mentre molto vicino, aveva il Comando Territoriale tedesco (la Tenenza), la sua posizione, prossima a Mommio ed all’Appennino, nonché alla non lontana Linea Gotica, gli vide rappresentare coraggiosamente un sicuro punto di rifornimento alimentare per le bande partigiane e per tante famiglie del territorio.

La Funicolare, da sempre offre esclusivamente prodotti tipici locali dell’entroterra, il pane, i formaggi, i salumi, le farine, la pasta, le marmellate ed i liquori artigianali, il miele ed ogni altra specialità delle zone circostanti. È rinomata per essere un punto di riferimento per cacciatori, escursionisti, sciatori, cercatori di funghi e persone in transito tra mare e montagna. Dal 1959 la Funicolare è gestita da Maria, delle famiglie Palmieri Giovannucci, una infaticabile, intelligente e moderna donna anzitempo, che oggi ha passato il testimone ai figli Maurizio, Maria Adele e la nuora Monia, i quali, nella migliore e più auspicata delle tradizioni familiari, proseguono ed incrementano sapientemente l’attività avviata dai loro nonni.

Nella circostanza, l’associazione Mangia Trekking, nel viaggio tra i luoghi legati alla storia locale dei territori, desidera lanciare un “warning”, un grido di attenzione, affinché questi importanti presidi del territorio, non siano lasciati soli, ma vengano sempre sostenuti, perché rappresentano la colonna vertebrale, il cuore e tante volte, anche la storia dei territori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui