Cambiamo Adesso: “Rossi non rinnovi la carica di Presidente del Parco Apuane a Putamorsi”

Anche la lista fivizzanese esprime la propria contrarietà alla rielezione di Putamorsi

0
533

La lista “Cambiamo adesso” di Fivizzano chiede al Presidente Enrico Rossi di non rinnovare l’incarico di Presidente del Parco delle Apuane ad Alberto Putamorsi.

Nel 1985, su oltre ventimila ettari del territorio regionale, a cavallo delle valli di Lunigiana, Garfagnana e Versilia è stato istituito il Parco delle Apuane, con il difficile compito di integrare la attività estrattiva con progetti di tutela e valorizzazione turistica del territorio Apuano.

“I risultati della gestione del parco negli ultimi anni, sotto la guida del Presidente Putamorsi, sono evidenti a tutti – scrive la Lista – : è stata tutelata in maniera prioritaria la attività estrattiva tralasciando e relegando a ruolo marginale l’ impegno per la tutela ambientale e per lo sviluppo di attività turistiche ed economiche eco-sostenibili.
I risultati di questa politica sul territorio del Comune di Fivizzano sono la disastrosa situazione delle cave nel pianoro di Pianza, sotto il Monte Sagrooggi sottoposta ad indagine della magistratura e lo stato della viabilità conseguente all’aumento ed al cambiamento della attività delle cave con il continuo passaggio di mezzi pesanti su strade di montagna lasciate senza manutenzione”.

“Questi sono i risultati sul nostro territorio e sui cittadini che vedono a pochi km di distanza il Parco delle Cinque terre che grazie ad una attenta proposta gestionale e turistica attrarre visitatori da tutto il mondo e costituisce effettivamente una risorsa per gli abitanti. Per queste considerazioni – conclude la Lista guidata da Domenichelli, Gia e Pinelli -, chiediamo al Presidente Rossi di fare finalmente una scelta di trasparenza, vicina agli interessi delle comunità e dei cittadini che non consideri solo l’attività delle cave come unica risorsa delle Apuane e spinga ad individuare per la Presidenza del Parco sensibilità e competenze diverse da quelle espresse in questi anni da Alberto Putamorsi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui