Immigrati all’ex Convitto: “gratis o in affitto”?

Fivizzano: sul 'nuovo' soggiorno degli immigrati all'ex Convitto, in anteprima, l'interpellanza di Giuliano Novelli che sarà discussa al prossimo Consiglio

0
444

Sarà discussa al prossimo Consiglio comunale l’interpellanza redatta da Giuliano Novelli, capogruppo della lista di centro-destra “Uniti per Vincere – Lega Nord”, avente per oggetto il soggiorno degli immigrati presso l’ex Convitto di piazza Medicea, a Fivizzano. In questa si ha, anzitutto, un rapido excursus su quel che è accaduto nell’ultimo anno: “In data 30 settembre 2015 – scrive Novelli – sono arrivati i primi nove profughi, un mese dopo ne sono arrivati altri otto e poi altri ancora: a oggi ne abbiamo quindi almeno venti nel nostro territorio”. Questi giovani, ricorda Novelli e ricordava pure – a “Mattino Cinque” – Grassi, hanno sempre alloggiato presso l’Ostello degli Agostiniani, sotto la gestione e tutela dell’Associazione Mamme, unica partecipante al (e vincitrice del) bando di gara del 20 ottobre 2014, che le ha garantito l’accesso alla convenzione quinquennale e dunque ad avere il corrispettivo (di 2200 euro) annuale.

Cosa ha portato al trasferimento? L’arrivo, che è avvenuto come ogni anno nel periodo di luglio-agosto, di ragazzi belgi, ospitati a gruppi numerosi nell’Ostello e dalla stessa Associazione. Per questo, la scorsa estate, si è deciso di spostare gli immigrati presso l’ex Convitto (o ex Intendenza della Finanza), in centro. Essendo, però, tale edificio di proprietà del Comune, Novelli si chiede e chiede se l’Associazione Mamme stia usufruendo di tale struttura gratuitamente o stia pagando, invece, un adeguato corrispettivo. Questo il motivo dell’interpellanza, della quale presto conosceremo risposta.