Continua la lotta della Lista Cambiamo Adesso per il diritto alla salute dopo l'incontro di sabato scorso a Fivizzano

0
425

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa inviata dalla Lista Civica Cambiamo Adesso di Fivizzano.

La lista civica Cambiamo Adesso si augura che dopo l’interessante incontro tenutosi a Fivizzano sul tema sanità, vengano portate all’attenzione della direzione sanitaria e della Regione Toscana , le gravi problematiche emerse durante il dibattito.

In particolar modo la lista civica ha sottolineato , per prima cosa, il mancato rispetto dei Patti territoriali siglati nel 2014.

Il Presidio di Fivizzano doveva mantenere tutte le sue funzioni, sia sotto il profilo strutturale che dell’organico per supportare il vicino polo riabilitativo Don Gnocchi ad oggi non ancora completamente sviluppato come promesso a 60 posti letto.

In realtà oggi si sente parlare di smantellamento del reparto di pneumologia che ha fatto la storia del nostro nosocomio.

La chiusura il sabato e la domenica del reparto di chirurgia è stata realizzata come da accordi, ma la maggior parte degli interventi chirurgici che dovevano essere eseguiti nell’ospedale di Fivizzano vengono spostati negli altri ospedali ed  abbiamo avuto la notizia, inoltre, che il primario di Ortopedia è stato  spostato in costa.

La lista civica ribadisce che per le caratteristiche morfologiche della Lunigiana serve un primario di ortopedia , non abbiamo mezzi, non abbiamo una viabilità adeguata e gli operatori confermano che da Fivizzano per raggiungere l’ospedale di Massa serve almeno un’ora.

Il nodo cruciale poi resta il pronto soccorso e l’emergenza urgenza, per la mancanza di organico per la presenza di un solo chirurgo reperibile tra Fivizzano e Pontremoli, il nostro pronto soccorso si sta trasformando in un punto di emergenza territoriale.

Sul territorio poi abbiamo una sola auto medica che segue le ambulanze di Monzone , Casola e Fivizzano, se il medico del 118 a causa di una emergenza segue il paziente fino all’ospedale di Massa, il territorio rimane scoperto per ore.

Questi sono solo una piccola parte dei problemi che la Lunigiana deve affrontare e ci auguriamo che nasca una condivisione politica ampia e l’inizio di una battaglia non campanilistica per garantire a tutta la popolazione lunigianese il diritto alla salute.

È indispensabile che l’assessore Regionale alla Sanità venga personalmente sul nostro territorio e si confronti con le istituzioni e i cittadini e di questo la lista civica se ne farà carico sollecitando il Consigliere regionale Giacomo Bugliani.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.