Agricoltura: 2 milioni e mezzo per le strade rurali

Contributi per la sistemazione di quelle esistenti o per la realizzazione di nuove vie di accesso ai campi: approvata la delibera, si attende il bando, aperto a tutti

0
265

La Regione porge una mano agli agricoltori per sistemare le strade che attraversano i campi coltivati e per realizzarne di nuove: a disposizione per il 2016 due milioni e mezzo di euro, che in forma di contributi copriranno l’intero ammontare delle spese. Di ieri l’approvazione della delibera, presentata dall’Assessore regionale all’Agricoltura, Marco Remaschi, e utile a definire le linee guida indispensabili per l’attivazione del bando. Primo per genere e tipo, esso costituirà un aiuto in termini di sviluppo forestale e agricolo ma sarà anche importante per la cura e la difesa ambientale ed estetica del territorio.

Il presidente, Enrico Rossi, pensa soprattutto alle “strade bianche”, tipiche della Toscana, ma non saranno queste le uniche a essere interessate dalla delibera. Il bando sarà, infatti, destinato alla risistemazione o realizzazione di tutte quelle “vie rurali e forestali di libero accesso a superfici agricole” e vi potranno partecipare sia i soggetti privati che i soggetti pubblici, anche perché i finanziamenti andranno a vie di passaggio comuni. E se sarà la risistemazione a interessare di più le nostre valli, ora gli agricoltori lunigianesi potranno guardare con fiducia alle strade che conducono ai loro campi: con i contributi previsti, potranno per esempio migliorare la regimazione delle acque – con tombini, cunette, tubazioni, guadi, nuovi tracciati e ponti – o rimodellare le scarpate, con muri e muretti.

“Il provvedimento – conclude Remaschi – si pone un duplice obiettivo: sostenere l’attività imprenditoriale agricolo forestale e contribuire al mantenimento dei terreni e alla difesa del suolo, con vantaggi per tutti”. Il bando, che sarà ora comunicato all’Unione Europea per le necessarie autorizzazioni, è da attendere per metà novembre.