0
480

Il segretario dei giovani democratici di Aulla, Luca Simoncini, è intervenuto sulla situazione sanitaria della Lunigiana, illustrando quelle che sono le priorità da perseguire: dare una nuova sede alla Asl di Aulla e garantire stabilità alla figura dell’infermiere notturno.

“L’attuale sede del poliambulatorio – ha commentato – è inidonea a soddisfare il bacino d’ utenza; per questo, sarebbe necessario trovare una struttura più ampia come la vecchia biblioteca o l’asilo. Noi gd siamo a favore di una casa della salute più funzionale e accogliente per la cittadinanza”.

“Altro punto fondamentale – ha proseguito il segretario – è quello di assicurare stabilità agli infermieri notturni. Contrariamente al pensiero di Gorlandi, secondo il quale il pd farebbe meglio a tacere sulla sanità, la Toscana è la numero uno in Italia in tale settore. Forse, lui preferisce il modello lombardo, dove, ogni giorno, arrestano qualcuno”.

Simoncini si è soffermato anche sul caso della sede Caritas, chiusa temporaneamente dal sindaco Magnani con un’ordinanza di inagibilità dell’edificio, sito nei locali della ex stazione ferroviaria di Aulla: “Trovo che sia vergognoso decidere di chiudere la Caritas senza dare né preavviso né una sede alternativa, considerata l’importanza sociale del servizio offerto. L’amministrazione si è mossa solo dopo che noi gd, insieme al pd, ci siamo interessati del problema, ricevendo, tra l’altro, i ringraziamenti del presidente Caritas, Enrico Donini”. “La replica del sindaco al nostro intervento – ha aggiunto Simoncini – è stata a dir poco squallida, denotando una grave carenza di stile ed educazione da parte del primo cittadino.”

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.