Il PD esprime sconcerto per le dichiarazioni del sindaco di Aulla sul problema scuole

0
288

Il Partito Democratico di Aulla esprime tutto il proprio sconcerto e preoccupazione per le dichiarazioni del Sindaco di Aulla, che chiede l’intervento di un Commissario della Regione per consentire il completamento della nuova Scuola Materna ed Elementare ad oggi in fase di costruzione nelle aree ex Ferrovie.

“Sconcerto in quanto da tempo avevamo denunciato con interpellanze dei nostri Consiglieri ed interventi pubblici rispetto a palesi ritardi soprattutto sull’inizio delle opere di urbanizzazione, e comunque in considerazione della mancanza di un crono programma che consentisse di monitorare l’avanzamento del cantiere. Ora purtroppo assistiamo al palesarsi dell’incapacità del Sindaco a gestire l’opera pubblica che dovrebbe costituire obiettivo ed attività principale di tutta l’Amministrazione; Sindaco che alza le mani e issa bandiera bianca chiedendo alla Regione di intervenire per scongiurare che gli alunni delle nostre Elementari passino un altro anno nei container, cosa che, speriamo con tutto il cuore, possa non accadere, e che purtroppo accadrà invece sicuramente per gli alunni delle scuole medie, visto che del nuovo plesso si sono perse le tracce.”

“Preoccupazione perché questo chiaro vuoto di potere e di competenze rischia di coinvolgere non solo le nuove scuole, ma anche le altre opere legate alla ricostruzione; e allora dica il Sindaco, che fine hanno fatto le nuove case ERP? Che fine ha fatto la messa in sicurezza di Quartiere Gobetti? E su un altro fronte, fuori dal post alluvione, qual è il destino delle Piscine di Quercia, oltre un anno fa sbandierate come prossime alla riapertura e ancora oggi tristemente in stato di abbandono? Si faccia il Sindaco un esame di coscienza su come possa avere portato in meno di due anni la città in questa situazione, e, per il bene comune dica basta a bugie, e promesse da marinaio, e cerchi il confronto, con il Consiglio Comunale, con gli altri enti e con la popolazione, con meno arroganza e più umiltà. In tutto questo auspichiamo che un positivo interessamento della Regione Toscana possa porre rimedio a quanto sta avvenendo.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui