In arrivo il nuovo servizio di raccolta differenziata in Lunigiana: come funziona?

0
2680

E’ alle porte il nuovo servizio di raccolta differenziata che sarà gestito dalla società Ideal Service, vincitrice dell’appalto promosso dall’Unione dei Comuni Montana Lunigiana.

La nuova società che si è preoccupata di dare il via a una complessa e completa campagna informativa, tuttavia ha avuto tempi stretti e con le Poste non del tutto attive in questo periodo di festa, ha avuto qualche piccolo problema nel riuscire a fare pervenire in tempo, a tutti i nuclei famigliari, le informazioni necessarie per affrontare il nuovo anno all’insegna della raccolta differenziata e del conseguente risparmio che se ne ricaverà.

Manifesti, volantini porta a porta e uomini “in giallo” sparsi nelle frazioni con la pettorina dello staff, sono a disposizione della popolazione che, tuttavia, può trovare informazioni utili già di seguito.

Per prima cosa, perché fare la raccolta differenziata?

Il territorio che forma l’Unione dei Comuni della Lunigiana dovrebbe raggiungere il 65% di raccolta differenziata, mentre oggi siamo ancora sotto il 40% ed è giunto il momento di raggiungere gli standard stabiliti dalla legge. Inoltre, differenziare nel modo corretto permette alle amministrazioni di abbassare le tasse sui rifiuti. Infine, l’ambiente deve essere rispettato perché è ciò di più caro che lasceremo in eredità ai nostri nipoti.

Perché un progetto nuovo per la raccolta dei rifiuti?

Questo progetto mira a risparmiare sulle bollette e la ditta riconoscerà al comune una parte del risparmio sulla discarica.

Grazie a questo nuovo programma, i rifiuti urbani che oggi vengono lavorati negli impianti territoriali saranno dimezzati. Verrà tolto 1 camion su 2 dalle nostre strade, in quanto sostituiti da mezzi che potranno raccogliere fino a tre tipologie di rifiuti in una sola volta. Il servizio sarà controllato e ogni camion sarà dotato di un satellitare e di una pesa a bordo. Sarà sempre possibile sapere se i mezzi passano, dove e a che ora, e quanti rifiuti vengono raccolti in ogni comune.

Nasceranno nuove opportunità di lavoro per i più giovani e sono previste 70 possibilità di impiego per la promozione sul territorio.

COSA CAMBIA E COME SI SVOLGERA’ IL SERVIZIO?

Il servizio partirà dal 18 gennaio per i comuni di Aulla, Fivizzano, Licciana Nardi e Fosdinovo; dal 1° febbraio per Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Mulazzo, Podenzana, Tresana, Villafranca in Lunigiana e Zeri. 

Duramastella cognome e nomente le giornate informative e nei giorni successivi sarà consegnato il nuovo kit a ogni gruppo famigliare. I nuovi contenitori, chiamati mastelle, avranno un microchip con numero identificativo per ogni famiglia, così come i sacchetti grigi all’interno dei quali dovrà essere raccolta la spazzatura.

ATTENZIONE! I vecchi bidoni NON potranno essere più utilizzati e i rifiuti posti all’interno di questi non saranno ritirati.

– IL RIFIUTO SECCO

Per quanto riguarda il rifiuto secco sarà necessario inserirlo all’interno del sacco grigio che verrà poi depositato all’interno della mastella che, a sua volta, dovrà essere esposta negli orari e nei giorni indicati dal calendario. ATTENZIONE! I sacchetti che saranno posti all’esterno della mastella NON saranno raccolti.

Più rifiuto secco le famiglie riusciranno a differenziare e meno costeranno le bollette; infatti, meno sacchetti verranno riempiti e quindi ritirati, e minore sarà il costo delle fatture. I sacchetti saranno contati grazie al microchip ma ATTENZIONE! sarà anche facile trovare e punire i trasgressori; infatti, grazie al numero di riconoscimento personale, i vigili ambientali potranno fare i dovuti controlli per sincerarsi che tutti rispettino le regole.

– IL RIFIUTO ORGANICO

Per l’umido e il verde è possibile richiedere il kit per il compostaggio. Anche questo permette di risparmiare in bolletta. Grazie all’utilizzo di questa alternativa, una famiglia di 4 persone arriva a risparmiare fino a 11,00 Euro all’anno. Ancora meglio, se vivete in campagna è possibile utilizzare direttamente i rifiuti di questo tipo per i vostri animali. ATTENZIONE! Se scegliete di non ritirare la mastella marrone né il kit di compostaggio, avrete diritto a ulteriori sconti in bolletta.

– I RIFIUTI INGOMBRANTI

Per quanto riguarda questo tipo di rifiuti, abbandonarli è un reato, per cui sarà attivo un numero verde funzionante tramite il quale sarà possibile richiederne il ritiro direttamente a casa.

– LE CESTE IN METALLO

Se il luogo in cui dovranno essere lasciate le mastelle si trova in aperta campagna o vicino a boschi e prati dai quali possono arrivare animali attirati dai rifiuti, saranno messe a disposizione delle ceste in metallo. ATTENZIONE! All’interno di queste potranno essere depositate solo le mastelle dell’umido e del secco mentre plastica, carta e vetro rimarranno fuori in quanto non attirano, solitamente, l’interesse degli animali.

– SIEPI E POTATURE

Dopo aver riempito gli appositi sacchi verdi sarà possibile telefonare per il ritiro del rifiuto direttamente a casa.

Sarà possibile esporre il contenitore/sacchetto dalle 21.00 alle 24.00 della sera precedente del giorno di raccolta, in corrispondenza del  proprio numero civico o passo carrabile, su suolo pubblico.

Per il ritiro dei ki sarà necessario presentarsi muniti di CODICE FISCALE DELL’INTESTATARIO DELLA FATTURA e COPIA  DELL’ULTIMO AVVISO DI PAGAMENTO DELLA TARI. Tutti gli utenti che sono impossibilitati a ritirare personalmente il proprio kit, potranno delegare un altro soggetto al ritiro utilizzando il tagliando sotto riportato.

delega
PER MAGGIORI INFORMAZIONI contattate il numero verde 800-487709 (valido solo da rete fissa e attivo dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 18.00)

Di seguito i calendari degli incontri con la popolazione che si terranno nel nuovo anno. I calendari dei comuni mancanti verranno pubblicati a gennaio.

COMUNE DI AULLAaulla

COMUNE DI BAGNONEbagnone

COMUNE DI CASOLA IN LUNIGIANAcasola

COMUNE DI FILATTIERA
filattiera

COMUNE DI FIVIZZANO fivizzano

COMUNE DI FOSDINOVO
fosdinovo

COMUNE DI LICCIANA NARDIlicciana nardi

COMUNE DI VILLAFRANCA IN LUNIGIANAvillafranca

 

 

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.