Ci sono 55mila Lunigianesi e quadruplicano gli stranieri ecco la mappa della Lunigiana abitata

0
176

La componente migratoria interrompe la decrescita della popolazione della Lunigiana che sembra essersi stabilizzata, dopo il boom degli anni ’50 quando gli abitanti erano più di 85mila, sulle 55mila unità circa. La presenza quasi quadruplicata degli stranieri passati dai 1.067 del 2001 ai 3.923 degli 2012 (+293%) ha compensato da un lato l’inarrestabile invecchiamento dellapopolazione, dall’altro il basso tasso di natalità. Un immigrato su tre vive in Lunigiana: romeni (29%), marocchini (24%) ed albanesi (19%) le comunità più numerose. Da sottolineare che la loro presenza è, in molti casi, “una scelta di vita” legata a attività economiche ricettive ed enogastronomiche.

Le famiglie residenti sono 26.629 per un numero di componenti medio di 2,1. Le famiglie unipersonali sono 38%, quasi 1 su 2 vive a Fivizzano e Zeri (45%) che ha l’indicatore di vecchiaia più elevato (+658%) seguito da Casola e Comano che ha l’età media più alta (58 anni). Podenzana è il comune più giovane (44,77 anni), Fivizzano il comune con il più alto numero di persone anziane di età tra 65 anni ed oltre che vivono da sole, 1.140. L’età media è pari a 48,4 anni (sulla costa 45,6). L’indice di vecchiaia che è il differenziale tra over 65 e under 14 è 265% (195% sulla costa). Il baricentro demografico resta Aulla dove è insediata il 20% della popolazione totale lunigianese (11.149) e dove vive anche la maggior comunità di stranieri (934 unità). Le donne rappresentano il 51,7% dei 55.879 abitanti di tutti i comuni lunigianesi mentre i maschi sono il 48,3%.
Un individuo su 2 è sposato (50,5%), un valore leggermente superiore rispetto ai comuni costieri; il 36% è single; 1.341 i divorziati. Le vedove sono 5.233,l’85% del totale a fronte del solo 15% dei vedovi. Sono stati 429 i nati nel 2012, 2.354 gli iscritti alle liste anagrafiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui